qode interactive strata

Un buon piano di comunicazione per creare awareness

Quando un’azienda decide di implementare il proprio piano di comunicazione deve essere consapevole di cosa vuole comunicare, a quale target, con quale mezzo, in quale momento e in quale luogo, in modo da creare intorno a tale messaggio un elevato livello di awareness.

Non è dunque un caso che l’approccio classico dell’elaborazione del messaggio pubblicitario, conosciuto come copy-strategy o “modello Procter&Gamble”, si basi su elementi quali il target, la promessa fatta a tale pubblico di riferimento, la giustificazione e il tono della comunicazione.

Un messaggio pubblicitario o una campagna di comunicazione risulta essere efficace se riesce a generare nella mente del ricevente consapevolezza e coinvolgimento, obiettivo generale che ogni marketer dovrebbe prefissarsi nel momento in cui si decide di sviluppare un piano di comunicazione.

Non va però dimenticato che ogni piano di comunicazione deve essere preceduto da una corretta ed approfondita analisi della concorrenza; sarà, infatti, un valore aggiunto per la nostra campagna far leva su caratteriste o elementi che permettano di differenziarci dai nostri competitors.

Purtroppo al giorno d’oggi, in tempi di crisi, i costi dedicati alla pubblicità e alla comunicazione sono i primi ad essere tagliati all’interno del budget aziendale, ma per far capire quanto sia importante comunicare all’esterno dell’organizzazione mi servirò di un esempio che, per quanto possa risultare banale, spiega ampiamente quanto la comunicazione possa essere usata come leva: immaginiamo di essere affacciati ad una finestra su una piazza gremita di gente; cosa possiamo sentire? Brusio o al massimo qualche parola disconnessa dal discorso; se però il numero di persone presenti in piazza si riduce notevolmente, c’è più probabilità di percepire il messaggio e riuscire a decifrarlo.

Ciò detto dimostra quanto sia importante per un’azienda investire in comunicazione e sfruttare questo momento in cui, molto probabilmente, la concorrenza non intende far leva sul piano comunicativo; tutto questo permette di creare valore aggiunto al nostro messaggio e, oggigiorno, genera awareness nella mente dei consumatori chi “si fa sentire di più”.